Cos'è una distribuzione Linux?

4 aprile 2024

Una distribuzione o distribuzione Linux è un file sistema operativo che è costruito sopra il Kernel Linux—l'interfaccia principale tra l'hardware di un computer e i suoi processi. Include un'ampia gamma di offerte software come la toolchain GNU, librerie di sistema, un'interfaccia utente grafica (GUI) e applicazioni e utilità aggiuntive per formare un sistema completo.

Le distribuzioni sono personalizzate per soddisfare le esigenze e le preferenze specifiche degli utenti, che vanno dal desktop generico e server utilizzare per applicazioni specializzate come l'analisi forense digitale, la produzione multimediale e scopi didattici. Ogni distribuzione viene fornita con un sistema di gestione dei pacchetti per installare, aggiornare e rimuovere facilmente il software e può seguire una filosofia specifica relativa alla libertà, all'usabilità e alla personalizzazione del software. Gli utenti Linux beneficiano di open-source natura di Linux sistemi operativi, che consente un'ampia gamma di software e modifiche per soddisfare le esigenze personali o organizzative.

Una breve storia delle distribuzioni Linux

Linus Torvalds ha rilasciato la prima versione del kernel Linux nel 1991. Inizialmente era un progetto di interesse solo per hobbisti e sviluppatori. Le prime "distribuzioni" di Linux apparvero un anno dopo. Erano più simili a raccolte di software e un kernel di cui gli utenti avevano bisogno per compilare da soli piuttosto che alle distribuzioni user-friendly utilizzate oggi. Le due distribuzioni degne di nota di quest'epoca sono MCC Interim Linux (considerata la prima distribuzione Linux) e SLS (Softlanding Linux System).

Slackware, creata da Patrick Volkerding, è stata rilasciata nel 1993. Questa distribuzione è nota per essere la distribuzione più antica ancora mantenuta. Slackware, nota per la sua semplicità e minimalismo, è stata seguita da Debian, fondata da Ian Murdock. Debian si distingue per il suo impegno verso i principi del software libero, il suo modello di sviluppo basato sul volontariato e il suo robusto sistema di gestione dei pacchetti (APT). Debian sarebbe poi diventata la base per molte altre distribuzioni, incluso Ubuntu.

L'anno 1994 ha visto l'introduzione di Red Hat Linux, focalizzato sugli utenti aziendali e offrendo supporto commerciale. Red Hat Linux si è successivamente evoluto in Red Hat Enterprise Linux (RHEL) e nel progetto Fedora supportato dalla comunità.

Gli anni 2000 hanno visto una proliferazione di distribuzioni Linux, con Ubuntu lanciato nel 2004 con ampi consensi per la sua facilità d'uso e il ciclo di rilascio prevedibile, generando successivamente derivati ​​come Kubuntu e Linux Mint. Arch Linux, introdotto nel 2002, ha sostenuto la semplicità e un modello di rilascio progressivo, mentre CentOS si è affermato come un sistema operativo gratuito di livello aziendale derivato da RHEL.

Il panorama ha continuato ad espandersi negli anni 2010, abbracciando distribuzioni incentrate su privacy, sicurezza e applicazioni specifiche, insieme a sviluppi come Fedora Silverblue e Container Linux di CoreOS, soddisfacendo le tendenze nella containerizzazione e microservices.

Oggi, le distribuzioni Linux sono tanto diversificate quanto la base utenti a cui si rivolgono, dagli utenti desktop alla ricerca di soluzioni informatiche personali alle aziende che necessitano di soluzioni stabili, sicure e scalabili. server sistemi. La comunità attorno a Linux continua a prosperare, spingendo costantemente i limiti di ciò che un sistema operativo può fare. Con l'aumento di cloud informatica, Dispositivi IoT, e altre tecnologie, le distribuzioni Linux continuano ad evolversi, adattandosi ai nuovi paesaggi tecnologici pur rimanendo fedeli ai principi fondamentali dello sviluppo open source e guidato dalla comunità.

Cosa include una distribuzione Linux?

Una distribuzione Linux in genere include i seguenti componenti:

  • Kernel Linux. Il nucleo del sistema operativo, responsabile della gestione dell'hardware, delle risorse di sistema e della comunicazione tra hardware e software.
  • Strumenti e librerie GNU. Librerie e strumenti da riga di comando essenziali del progetto GNU, che forniscono un ambiente simile a UNIX.
  • Sistema di gestione dei pacchetti. Software che gestisce l'installazione, l'aggiornamento e la rimozione di pacchetti software. Gli esempi includono APT (per distribuzioni basate su Debian), YUM/DNF (per Fedora e CentOS) e pacman (per Arch Linux).
  • Applicazioni software. Una selezione di software preinstallato su misura per il pubblico target della distribuzione, incluso browser web, suite per ufficio, lettori multimediali e altro ancora.
  • Graphical User Interface (GUI). Un ambiente desktop (come GNOME, KDE, XFCE) e un gestore di finestre che forniscono un modo intuitivo per interagire con il sistema.
  • Librerie di sistema. Librerie condivise necessarie per l'esecuzione delle applicazioni.
  • Documentazione. Manuali, guide e risorse online per aiutare gli utenti a navigare e sfruttare al meglio la propria distribuzione.
  • Strumenti di configurazione. Utilità e strumenti per personalizzare e gestire le impostazioni di sistema.
  • Bootloader. Software che gestisce il processo di avvio del computer, come GRUB.
  • Script e utilità. aggiuntivo Da riga di comando utilità e script per la manutenzione del sistema, il monitoraggio delle prestazioni e la risoluzione dei problemi.

Distribuzioni Linux

Ecco una panoramica delle distribuzioni Linux più utilizzate.

Ubuntu

Ubuntu è una delle distribuzioni Linux più popolari, nota per la sua facilità d'uso, la documentazione completa e il forte supporto della comunità. Sviluppato da Canonical Ltd., è basato su Debian e rilascia nuove versioni ogni sei mesi, con versioni LTS (Long Term Support) ogni due anni. Ubuntu è progettato per essere facile da usare ed è adatto per desktop, servers, e cloud ambienti. Presenta l'ambiente desktop GNOME nella sua edizione standard, con altre versioni ufficiali che offrono KDE, XFCE e altro.

Linux Mint

Linux Mint è rinomato per la sua semplicità ed eleganza, il che lo rende una scelta eccellente per i principianti che passano da altri sistemi operativi. È basato su Ubuntu e Debian e si concentra nel fornire un'esperienza completa e pronta all'uso includendo plug-in del browser, codec multimediali e supporto per la riproduzione di DVD, che alcune distribuzioni non offrono per impostazione predefinita. Mint è disponibile in diverse edizioni, con Cinnamon, MATE e XFCE come ambienti desktop principali.

Fedora

Fedora è una distribuzione all'avanguardia che incorpora i software e le tecnologie più recenti. Red Hat lo sponsorizza, utilizzando la distribuzione come sorgente upstream per Red Hat Enterprise Linux (RHEL). Fedora mira a fornire una piattaforma software gratuita, open source, potente e facile da usare. È noto per la sua innovazione, le funzionalità di sicurezza e l'adesione ai principi del software libero. Il progetto Fedora offre anche diverse edizioni su misura per Workstation, Servere ambienti IoT.

Debian

Debian è una delle distribuzioni Linux più antiche e influenti, apprezzata per la sua stabilità, sicurezza e i vasti repository di software. È sviluppato da una comunità di volontari in tutto il mondo e funge da base per molte altre distribuzioni, tra cui Ubuntu e Linux Mint. Debian supporta un'ampia gamma di architetture di computer e offre oltre 59,000 pacchetti software. La sua gestione dei pacchetti, utilizzando APT e il suo formato di pacchetto .deb, è molto apprezzato.

Arch Linux

Arch Linux è rivolto agli utenti Linux più esperti. Segue un modello di rilascio progressivo, offrendo le versioni software più recenti pur mantenendo un impegno per la semplicità e la personalizzazione. Arch è unico per la sua filosofia "The Arch Way", che enfatizza la centralità dell'utente, il pragmatismo e la volontà di apprendere e sperimentare. Utilizza pacman come gestore di pacchetti ed è noto per la sua documentazione completa e dettagliata, in particolare Arch Wiki.

CentOS (sistema operativo aziendale comunitario)

CentOS è una piattaforma informatica gratuita, di classe enterprise e supportata dalla comunità, funzionalmente compatibile con la sua sorgente upstream, Red Hat Enterprise Linux. In seguito alla decisione di Red Hat di spostare l'attenzione su Flusso CentOS, che è una distribuzione a rilascio progressivo che precede Red Hat Enterprise Linux, è stata presa in considerazione da molti utenti e organizzazioni Alternative a CentOS piace Rocky linux e Alma Linux per stabilità e supporto a lungo termine.

openSUSE

openSUSE offre due versioni principali: Leap e Tumbleweed. Leap è la versione stabile, che offre una piattaforma bilanciata sia per gli utenti nuovi che per quelli esperti che cercano affidabilità e funzionalità di livello aziendale. Tumbleweed è la versione progressiva, rivolta agli sviluppatori e agli appassionati che desiderano gli ultimi aggiornamenti software. openSUSE è noto per il suo strumento di configurazione YaST, che semplifica le attività di gestione del sistema, e per SUSE Linux Enterprise, da cui Leap trae gran parte della sua stabilità.


Anastasia
Spasojevic
Anastazija è una scrittrice di contenuti esperta con conoscenza e passione per cloud informatica, informatica e sicurezza online. A phoenixNAP, si concentra sulla risposta a domande scottanti su come garantire la robustezza e la sicurezza dei dati per tutti i partecipanti al panorama digitale.