Che cos'è la ridondanza dei dati?

25 Marzo 2024

La ridondanza dei dati si riferisce alla duplicazione dei dati all'interno di a banca dati o sistema di archiviazione. Ciò accade quando lo stesso dato viene archiviato in più posti, all'interno dello stesso database o su database diversi. La ridondanza si verifica per molte ragioni, inclusa la mancanza di una strategia coerente di gestione dei dati, dati backup pratiche o la progettazione del sistema di database stesso, in cui gli stessi dati vengono intenzionalmente archiviati in più posizioni per un accesso più semplice o per migliorare le prestazioni.

Mentre la ridondanza potrebbe migliorare i tempi di recupero dei dati e aumentare l'affidabilità dei dati backups, aumenta anche i costi di archiviazione. Inoltre, può complicare la gestione dei dati, poiché gli aggiornamenti ai dati devono essere propagati su tutti i duplicati per essere mantenuti l'integrità dei dati.

Ridondanza dei dati basata su database e file

I sistemi database e i sistemi basati su file affrontano la ridondanza dei dati con paradigmi fondamentalmente diversi, ciascuno con i suoi vantaggi e sfide.

I sistemi di database gestiscono la ridondanza dei dati attraverso meccanismi strutturati come la normalizzazione, che organizza i dati in tabelle in modo da ridurre la duplicazione. I database offrono anche funzionalità come le transazioni, che garantiscono che tutte le operazioni sui dati siano complete o non lo siano affatto, mantenendo la coerenza tra tutti i punti dati. Inoltre, i database applicano vincoli di integrità per garantire che i dati duplicati su tabelle diverse rimangano coerenti.

Questo controllo centralizzato facilita la gestione, l'aggiornamento e l'integrità dei dati nell'intero sistema, rendendo i database adatti per ambienti in cui l'accuratezza e la coerenza dei dati sono fondamentali.

D'altro canto, i sistemi basati su file spesso non dispongono dei sofisticati meccanismi presenti nei sistemi di database per gestire la ridondanza. La ridondanza dei dati nei sistemi basati su file si verifica quando più copie dello stesso file vengono archiviate in posizioni diverse senza alcuna strategia a livello di sistema per garantire coerenza o integrità.

Sebbene i sistemi basati su file possano offrire semplicità e controllo diretto sui singoli file, richiedono uno sforzo manuale per aggiornare e sincronizzare i dati su più file, il che può essere dispendioso in termini di tempo e soggetto a errori. Inoltre, senza il supporto transazionale e i vincoli di integrità dei sistemi di database, garantire la coerenza dei dati in un sistema basato su file durante l'accesso o gli aggiornamenti simultanei diventa una sfida significativa.

Come funziona la ridondanza dei dati?

La ridondanza dei dati funziona creando e archiviando copie aggiuntive di dati all'interno di un sistema di dati. Questa duplicazione dei dati può avvenire in vari modi, a seconda del contesto e della progettazione specifica del sistema di gestione o archiviazione dei dati. Ecco uno sguardo più approfondito al funzionamento della ridondanza dei dati in diversi scenari.

Ridondanza dei dati nei sistemi di database

Nei sistemi di database strutturati, la ridondanza può essere introdotta intenzionalmente o involontariamente. Intenzionalmente, la ridondanza viene spesso implementata per data security, ottimizzazione delle prestazioni o per garantire la disponibilità dei dati. Ad esempio, i database possono replicare i dati su diversi database servero posizioni per la protezione dalla perdita di dati dovuta a guasti o disastri hardware. Questa operazione è nota come replica dei dati. Involontariamente, la ridondanza può verificarsi a causa di una progettazione inadeguata del database, ad esempio la mancata normalizzazione delle tabelle del database, che porta alla memorizzazione inutilmente delle stesse informazioni in più posizioni.

Ridondanza dei dati nei sistemi basati su file

Nei sistemi di storage basati su file, la ridondanza si verifica in genere quando gli stessi file vengono salvati in più posizioni dall'utente o dal sistema come file backup. Questo può essere parte di a backup strategia a prevenire la perdita di dati. Tuttavia, senza adeguate pratiche di gestione dei file, ciò può portare alla presenza di più versioni obsolete dello stesso file in un sistema, causando confusione e incoerenza dei dati.

Dati Backup e recupero

La ridondanza è una componente fondamentale dei dati backup e disaster recovery strategie. Conservando copie aggiuntive dei dati, le organizzazioni garantiscono di poter recuperare informazioni critiche in caso di perdita di dati. Queste strategie di ripristino possono comportare l'archiviazione backups in diversi luoghi fisici o utilizzando cloud conservazione servizi per diffondere i dati su più dispositivi data centers.

Distribuzione dei dati per le prestazioni

La ridondanza viene utilizzata anche per distribuire i dati su più dispositivi servers o posizioni per migliorare i tempi di accesso e bilanciare i carichi. in reti di distribuzione dei contenuti (CDN), ad esempio, lo stesso contenuto viene archiviato in più posizioni a livello globale, quindi può essere distribuito rapidamente agli utenti ovunque.

Quali sono le cause della ridondanza dei dati?

La ridondanza dei dati avviene per una serie di motivi, spesso derivanti dal modo in cui i dati vengono organizzati, archiviati e gestiti nei sistemi. Le cause principali includono:

  • Progettazione del database scadente. Senza un'attenta pianificazione e implementazione dei principi di normalizzazione, i database possono archiviare le stesse informazioni in più tabelle o righe. Ciò spreca spazio di archiviazione e complica la gestione e l'integrità dei dati poiché le modifiche devono essere propagate manualmente su tutte le istanze.
  • Mancanza di governance dei dati. Nelle organizzazioni con politiche di governance dei dati deboli o assenti, spesso non esiste una strategia chiara per la gestione dei cicli di vita dei dati, il che porta a dati ridondanti tra i sistemi. La governance dei dati implica la supervisione della disponibilità, usabilità, integrità e sicurezza dei dati utilizzati in un'organizzazione e, senza di essa, i dati possono essere duplicati involontariamente mentre diversi dipartimenti o individui creano le proprie copie isolate delle informazioni.
  • Dati backup e pratiche di ripristino di emergenza. Mentre backup Le strategie sono fondamentali per garantire la disponibilità dei dati in caso di guasti o disastri del sistema, ma possono anche introdurre ridondanza. Il backup regolare dei dati su più posizioni o dispositivi, se non gestito in modo efficiente, può portare a copie di dati eccessive e obsolete, soprattutto se non esiste un approccio sistematico all'aggiornamento o all'eliminazione dei vecchi backups.
  • Migrazioni e integrazioni di sistema. Durante gli aggiornamenti, le migrazioni o le integrazioni del sistema, i dati vengono spesso copiati su nuovi sistemi senza rimuoverli adeguatamente da quelli vecchi. Questo processo può lasciare set di dati identici sparsi in ambienti diversi, portando alla ridondanza. Inoltre, l’integrazione di sistemi eterogenei senza una strategia di gestione dei dati unificata può duplicare i dati su più piattaforme.
  • Comportamento degli utenti e gestione manuale dei dati. Gli utenti salvano copie dei file in più posizioni per comodità o come manuale backup, che contribuisce alla ridondanza. Questo è comune nei sistemi basati su file in cui non esiste una gestione centrale e gli utenti creano e gestiscono i propri dati in modo indipendente, spesso portando all'archiviazione di più versioni dello stesso file.
  • Replica per prestazioni e disponibilità. Duplicazione intenzionale dei dati servers o posizioni geografiche migliorano le prestazioni del sistema e garantiscono elevata disponibilità. Ad esempio, la distribuzione dei dati su una rete di distribuzione dei contenuti o la replica dei database per scopi di bilanciamento del carico e failover introduce la ridondanza in fase di progettazione per ridurre la latenza e prevenire la perdita di dati.
  • Requisiti legali e normativi. Alcuni settori sono soggetti a normative che richiedono la conservazione di più copie dei dati per scopi di conformità, come il controllo o la protezione contro la manomissione dei dati. Sebbene questa pratica sia necessaria per la conformità, porta naturalmente a una maggiore ridondanza dei dati.

Vantaggi e svantaggi della ridondanza dei dati

La ridondanza dei dati comporta alcuni vantaggi e svantaggi per le organizzazioni e gli utenti.

Vantaggi della ridondanza dei dati

  • Disponibilità dei dati. Archiviando più copie di dati in posizioni o sistemi diversi, la ridondanza dei dati garantisce che i dati rimangano accessibili anche in caso di guasto di una posizione di archiviazione. Questo è fondamentale per business continuity e ripristino di emergenza, poiché riduce al minimo i tempi di inattività e la perdita di dati.
  • Protezione dati. La ridondanza protegge dalla corruzione dei dati, dalla perdita o da guasti hardware. Copie multiple significano che se una copia viene danneggiata o persa, altre copie possono essere utilizzate per ripristinare i dati persi o danneggiati.
  • Bilancio del carico. Distribuzione dei dati su più dispositivi servero posizioni possono bilanciare il carico su qualsiasi singolo server, migliorando le prestazioni di accesso ai dati e i tempi di risposta delle applicazioni. Questa ottimizzazione è particolarmente importante per i siti Web e i servizi ad alto traffico che richiedono elevata disponibilità e accesso rapido ai dati.
  • Affidabilità. Nei sistemi in cui l’affidabilità è fondamentale, come nei sistemi finanziari o sanitari, la ridondanza dei dati garantisce che le informazioni critiche siano sempre disponibili e accurate, migliorando l’affidabilità complessiva del sistema.
  • Dati backup e recupero. Regular backupI messaggi fanno parte di qualsiasi solida strategia di gestione dei dati. Backup la ridondanza garantisce più punti di ripristino e copie, semplificando i processi di ripristino dei dati flexbile e affidabile.
  • Analisi e mining dei dati. Disporre di dati ridondanti è vantaggioso negli scenari in cui è necessaria l'analisi dei dati storici o il data mining. Gli analisti possono lavorare con un set di dati per l'analisi mentre un altro set è in uso attivo, garantendo che i processi analitici non interferiscano con i sistemi operativi.
  • Conformità normativa. Alcune normative di settore impongono la conservazione di più copie dei dati per audit trail, motivi legali o conformità alle leggi sulla protezione dei dati. La ridondanza aiuta le organizzazioni a conformarsi a questi requisiti senza mettere a repentaglio l'integrità dei dati.
  • Distribuzione geografica. Per le operazioni globali, la ridondanza dei dati consente la distribuzione geografica dei dati, garantendo tempi di accesso più rapidi per gli utenti di tutto il mondo e il rispetto delle leggi locali sulla sovranità dei dati.

Svantaggi della ridondanza dei dati

  • Aumento dei costi di stoccaggio. Il mantenimento di più copie di dati aumenta significativamente i requisiti di archiviazione, portando a costi di archiviazione più elevati. Ciò include il hardware fisico e i costi associati al mantenimento e all’alimentazione di questa infrastruttura, soprattutto nelle operazioni su larga scala.
  • Incoerenza dei dati. Quando i dati vengono duplicati su più posizioni o sistemi senza adeguati meccanismi di sincronizzazione, possono verificarsi incoerenze. Se una copia dei dati viene aggiornata ma altre no, informazioni contrastanti possono essere conservate in luoghi diversi, portando potenzialmente a decisioni o analisi errate.
  • Gestione complessa dei dati. Garantire che tutte le copie dei dati siano aggiornate, sottoposte a backup e sincronizzate aggiunge complessità ai processi di gestione dei dati, richiedendo strumenti e procedure più sofisticati.
  • Risorse sprecate. Al di là dei semplici costi di archiviazione, i dati ridondanti possono comportare uno spreco di risorse computazionali e di rete, soprattutto nei casi in cui gli stessi dati vengono elaborati o trasmessi più volte inutilmente.
  • Maggiori prenotazioni backup e tempi di recupero. La presenza di dati ridondanti può allungare i tempi necessari per backup e operazioni di ripristino, aumentando le esigenze di larghezza di banda e incidendo sull’efficienza operativa, soprattutto durante le ore di punta.
  • Pulizia dei dati difficile. La ridondanza dei dati complica il processo di pulizia dei dati e di controllo della qualità. Identificare e risolvere problemi quali duplicati, imprecisioni o informazioni obsolete diventa più difficile quando esistono copie ridondanti di dati in diversi sistemi o posizioni.
  • Rischi per la conformità e la sicurezza. La gestione dei dati ridondanti può introdurre rischi legati alla conformità alle normative sulla protezione dei dati, poiché i dati potrebbero essere archiviati in luoghi non autorizzati o non adeguatamente protetti. Inoltre, avere più copie di dati sensibili aumenta il rischio attacco surfasso per potenziali violazioni dei dati.
  • Ripristino di emergenza complicato. Sebbene la ridondanza sia una componente chiave delle strategie di ripristino di emergenza, una ridondanza eccessiva o mal gestita complica il processo di ripristino. Identificare il set di dati più aggiornato e accurato tra più copie ridondanti durante il ripristino può essere impegnativo e richiedere molto tempo.

Come evitare e ridurre la ridondanza dei dati?

Evitare e ridurre la ridondanza dei dati è essenziale per mantenere sistemi di dati efficienti, convenienti e gestibili. Ecco alcuni suggerimenti su come raggiungere questo obiettivo.

Implementare la normalizzazione dei dati

La normalizzazione dei dati è una tecnica di progettazione di database che organizza i dati per ridurre al minimo la ridondanza. Dividendo i dati in tabelle logiche e stabilendo relazioni tra loro, puoi garantire che ogni informazione venga archiviata una sola volta. Ciò riduce i requisiti di archiviazione e semplifica la gestione dei dati rendendo più semplice l'aggiornamento dei dati senza introdurre incoerenze.

Utilizzare tecnologie di deduplicazione dei dati

La deduplicazione dei dati è un processo che identifica ed elimina le copie duplicate dei dati, archiviando solo una copia dei dati e facendovi riferimento per le occorrenze successive. Ciò può ridurre significativamente lo spazio e i costi di archiviazione, soprattutto nei backup e scenari di recupero. Sistemi di stoccaggio moderni e backup Il software è dotato di funzionalità di deduplicazione che possono essere configurate per impedire automaticamente la duplicazione non necessaria dei dati.

Stabilire solide politiche di governance dei dati

Lo sviluppo e l’applicazione di solide politiche di governance dei dati aiutano a controllare la ridondanza dei dati. Ciò comporta la definizione di regole e procedure chiare per la creazione, l’archiviazione e la gestione dei dati, garantendo che i dati vengano gestiti in modo coerente in tutta l’organizzazione. Le organizzazioni evitano inutili duplicazioni di dati tra dipartimenti e sistemi definendo chi è responsabile della gestione dei diversi tipi di dati e come i dati vengono archiviati e utilizzati.

Controlla e pulisci regolarmente i dati

L’esecuzione regolare di controlli sui dati aiuta a identificare le aree di ridondanza e incoerenza. I processi di pulizia dei dati dovrebbero seguire questo per eliminare duplicati di dati non necessari, correggere errori e garantire che vengano conservati solo dati pertinenti e accurati. Anche controlli e pulizie regolari possono aiutare a identificare i dati obsoleti che possono essere archiviati o eliminati, riducendo ulteriormente il carico di archiviazione.

Sfrutta i sistemi di gestione dei dati centralizzati

L'utilizzo di un sistema di gestione dei dati centralizzato può aiutare a consolidare l'archiviazione dei dati e ridurre la ridondanza. I sistemi centralizzati forniscono un'unica fonte di verità per i dati, semplificando la gestione, l'aggiornamento e l'accesso ai dati in tutta l'organizzazione. Questo approccio aiuta a evitare la creazione di archivi di dati isolati che possono portare alla duplicazione dei dati.

Ottimizza i dati Backup e strategie di recupero

Mentre backupI server sono essenziali per il ripristino dei dati, l'ottimizzazione di queste strategie aiuta a ridurre la ridondanza. Ciò include l'uso incrementale o differenziale backup metodi, che salvano solo le modifiche dall'ultimo completo o parziale backup, anziché eseguire il backup di tutti i dati ogni volta. Inoltre, impiegando intelligente backup il software che evita la duplicazione dei dati invariati riduce ulteriormente la ridondanza.

Casi d'uso della ridondanza dei dati

La ridondanza dei dati, sebbene spesso vista come qualcosa da ridurre al minimo, può essere strategicamente impiegata in vari scenari per aumentare l'affidabilità del sistema, migliorare le prestazioni e garantire data security. Ecco alcuni casi d'uso chiave in cui la ridondanza dei dati è vantaggiosa:

  • Ripristino di emergenza e dati backup. Forse il caso d'uso più critico per la ridondanza dei dati è il ripristino di emergenza (DR) e i dati backup strategie. Le organizzazioni possono proteggersi dalla perdita di dati dovuta a disastri naturali, guasti hardware o attacchi informatici mantenendo copie ridondanti dei dati in luoghi geograficamente diversi. Questa ridondanza garantisce che se uno data center viene compromesso, un altro può subentrare, riducendo al minimo i tempi di inattività e la perdita di dati.
  • Sistemi ad alta disponibilità. Per i sistemi che richiedono tempi di attività quasi continui, come quelli utilizzati nel settore sanitario, finanziario ed e-commerce, la ridondanza dei dati è fondamentale per mantenere un'elevata disponibilità. Replicando i dati su più file servers o data centers, questi sistemi possono passare automaticamente a uno ridondante server in caso di guasto, garantendo così che il sistema rimanga operativo anche in caso di guasti hardware o software.
  • Bilancio del carico. La ridondanza dei dati distribuisce l'accesso ai dati e i carichi di elaborazione su più dispositivi serverS. Il bilanciamento del carico non solo ottimizza le prestazioni del sistema garantendo che nessun singolo server diventa un collo di bottiglia ma migliora anche l'esperienza dell'utente riducendo i tempi di risposta. Copie di dati ridondanti in diversi servers consentono una distribuzione efficiente delle richieste, migliorando il rendimento complessivo del sistema.
  • Archiviazione e analisi dei dati. Nel data warehousing e nell'analisi, la ridondanza è spesso progettata intenzionalmente nel sistema per migliorare le prestazioni delle query. Archiviando i dati in più formati o aggregandoli in vari modi, gli analisti possono accedere ed elaborare i dati in modo più efficiente. Questo spazio di archiviazione ridondante può velocizzare query complesse, semplificando la raccolta di informazioni approfondite e la presa di decisioni basate sui dati.
  • Reti di distribuzione dei contenuti (CDN). I CDN utilizzano la ridondanza dei dati per distribuire il contenuto del sito Web su più dispositivi serversi trova in tutto il mondo. Ciò garantisce che gli utenti possano accedere a contenuti come immagini, video e pagine Web da a server che è geograficamente più vicino a loro, riducendo la latenza e migliorando i tempi di caricamento della pagina.
  • Conformità normativa e archiviazione. Alcuni settori sono soggetti a normative che richiedono la conservazione dei dati per periodi prolungati, a volte in formati multipli e ridondanti. L'archiviazione ridondante dei dati soddisfa questi requisiti normativi, garantendo che i dati critici possano essere recuperati per controlli di conformità o motivi legali.
  • Tolleranza ai guasti e affidabilità del sistema. La ridondanza è fondamentale per creare sistemi tolleranti ai guasti che possano continuare a funzionare senza problemi in caso di guasti parziali del sistema. Duplicando componenti e dati critici, questi sistemi possono reindirizzare automaticamente le attività dai componenti guasti alle loro controparti ridondanti, garantendo un servizio ininterrotto e migliorando l'affidabilità del sistema.

Anastasia
Spasojevic
Anastazija è una scrittrice di contenuti esperta con conoscenza e passione per cloud informatica, informatica e sicurezza online. A phoenixNAP, si concentra sulla risposta a domande scottanti su come garantire la robustezza e la sicurezza dei dati per tutti i partecipanti al panorama digitale.